Il Capitale

Brindisi, Camara Fantamadi del Mali, salariato agricolo; Piacenza, Adil Belakhdim del Marocco, operaio della logistica; Avola, Sebastiano Presti, lavoratore edile; la lista dei nostri morti quotidiani continua… Nuovi morti che si aggiungono alla lunghissima lista di proletari della cui morte è responsabile il Capitale, mortifero sistema economico impersonale, un cadavere che cammina e si rigenera…